Municipalidad de IRSINA

con No hay comentarios
 

IRSINA

E’ ubicata sulla sommità di una media collina, sul versante sinistro della Valle del Bradano., al confine tra la Provincia di Potenza e quella di Bari.  Il suo nome originario in vigore fino al 6 febbraio 1895 era Montepeloso, dal latino MontPilosus. I numerosi rinvenimenti archeologici di sepolcri del IV e III sec. a. C. in località Le Croci attestano la sua antichissima origine. Da un antico documento del 988 si rileva che l’abitato fu distrutto dai Saraceni, ricostruito in seguito dal principe salernitano Giovanni II. Conquistato dai Normanni, il centro fu trasferito al conte Tristano e poi nel 1060 a Goffredo di Conversano. Nel 1133 Ruggero il Normanno distrusse nuovamente Montepeloso che risorse dal 1200 fino a diventare nel 600 sede di Tribunale. Antica sede vescovile, ha nella cattedrale il principale monumento sacro. Il tempio conserva una pregevole statua realizzata dal Mantegna di S. Eufemia, protettrice della città, festeggiata in maniera molto solenne nel mese di settembre di ogni anno. Irsina, luogo da dove sono partiti i grandi movimenti di occupazione delle terre del dopoguerra, conserva ancora intatta la sua dimensione agricola con la presenza di aziende per la produzione di latte, formaggi e salumi.

TURISMO

Tra gli itinerari consigliati, sicuramente segnaliamo il convento di San Francesco in cui possiamo osservare un oratorio del 1100 con affreschi appartenenti a Giotto con immagine e scene degli evangelisti, di profeti e di altri santi databili al XIV –XVI secolo. la Cattedrale dell’Assunta, in stile gotico, ma ristrutturata nel ‘700, conserva una statua in pietra policroma di Sant’Eufemia, attribuita ad Andrea Mantegna; la Chiesa di S. Francesco, con una cripta notevolmente affrescata; la cinquecentesca Chiesa di S. Agostino, il seicentesco Palazzo Janora , residenza dello storico irsinese Michele Janora.  il Palazzo Nugent, edificato sul precedente castello medioevale (XIV-XV), cui è annessa la porta Maggiore.

PRODOTTI TIPICI

La mastaccera, biscotto tondo fatto con uova, farina, zucchero e ricoperto da una glassa zuccherata. eLa farina e la pasta artigianale di semola di grano duro Senatore Cappelli, le eccellenti  produzioni vitivinicole e lattiero-casearie Festa patronale Sant’Eufemia 16 settembre Comune di Irsina – sito ufficiale, www.comune.irsina.mt.it

  • Nome Comune di Irsina
  • Attività Uffici Comunali
  • Indirizzo Corso Canio Musacchio s.n. – 75022 Irsina (MT)
  • Tel. +39 0835 628711
  • Fax
  • E-mail comune.irsina@pec.comune.irsina.mt.it
  • Sito web www.comune.irsina.mt.it
  • Facebook Comune di Irsina
Torna alla Mappa
© 2021 – Angelo Giammarresi / Ass. Culturale Basilicata Today